FullSizeRender
bastarde_0002bastarde_0003bastarde_0004bastarde_0005bastarde_0006FullSizeRenderIMG_0525IMG_0521FullSizeRender

14 disponibili

Bastarde Senza Gloria

22.00 

Gemma Gaetani, Alessandra Racca, Alessandra Carnaroli, Anna Lamberti-Bocconi, Valentina Diana, Silvia Salvagnini, Manuela Dago, Francesca Genti, Chiara Daino a cura di Francesca Genti

Edizioni Sartoria Utopia, 2014
Collana I Samurai

Copertina rigida serigrafata a mano, cucitura giapponese

Pagg. 120
Formato 21,5x17cm

Tiratura: prima ristampa 100 copie numerate

Descrizione

Nove poete dell’Italia contemporanea si misurano con un genere antico quanto la poesia, quello dell’invettiva. Un’antologia sorprendente dove voci potenti quanto eterodosse compongono i loro personalissimi j’accuse mischiando sdegno e ironia, rabbia e comicità, pubblico e privato. Un’antologia che è un pugno nello stomaco, ma anche l’importante conferma che la poesia contemporanea può essere usata come strumento vivo e vibrante e che la potenza eversiva della parola non è solo un modo di dire.

Gemma Gaetani ha pubblicato Colazione al Fiorucci Store (Fazi, 2005), Elogio del tradimento (Vallecchi, 2010), Ogni donna ama un fascista (Vallecchi, 2011).

Alessandra Racca nasce sotto la Mole Antonelliana alla fine degli anni Settanta, l’ultimo anno disponibile per poter dire di non essere nata negli anni Ottanta. Studia teatro e sceneggiatura, fa a cazzotti con il mondo del lavoro, scrive, cerca. E ad un certo punto trova: la “Signora dei Calzini”, un alter ego poetico che le presta voce, corpo e poesia. Nasce l’esperienza delle poesie lette in pubblico: dal 2007 Alessandra Racca, divenuta “Signora dei Calzini”, porta nelle librerie, circoli, teatri e luoghi fumosi, performance che mescolano poesia, teatralità e una buona dose di ironia. Le poesie di Alessandra Racca
sono state pubblicate in raccolte collettive e su riviste. Autrice del blog www.signoradeicalzini.it, ha partecipato a vari poetry slam ed è a sua volta organizzatrice dei tornei di poetry slam e di story slam “Poeti in Lizza” e “Storie in Lizza”. Nel 2008 ha pubblicato Nostra signora dei calzini (Edizioni Seed), nel 2011 Poesie antirughe (Neo. Edizioni) e nel 2013 L’amore non si cura con la citrosodina (Neo. Edizioni).

Alessandra Carnaroli (13 aprile 1979) vive a Piagge (PU) con tre figli, due cani, un compagno, un criceto, un gatto ed un sistema immunitario tarocco. Pubblica nel 2001 Taglio intimo, Fara editore, nel 2005 la raccolta poetica Scartata è finalista al premio “A. Delfini” di Modena e nel 2011 esce FemmINIMONDO per la casa editrice Polimata, con una nota di T. Ottonieri e prefazione del Centro anti violenza Erinna di Viterbo e UDI Napoli. Poesie e racconti sono pubblicati in diversi siti e riviste (Alfabeta2, Il Verri, Atti Impuri, Nazione Indiana, Illustrati, Abitare).

Anna Lamberti-Bocconi nata a Milano nel 1961, è scrittrice, poetessa e paroliera. La signorina di Cro-Magnon (Sartoria Utopia, 2014) è la sua quarta raccolta di versi, dopo Sale Rosso (Stampa Alternativa, 1992), Il vino di quella cosa (Campanotto, 1995), Devi chiamarmi sempre (Campanotto, 2005); a questi libri vanno aggiunti il poemetto Canto di una ragazza fascista dei miei tempi (Transeuropa, 2010), e le prose a vario titolo Sola sul cammino (Xenia, 1999), La forza della preghiera (Sperling e Kupfer, 2000), Sono stato quel ragazzo (SEB, 2005), Rumeni (Stampa Alternativa, 2009).

Valentina Diana è nata a Torino nel 1968, campa (non molto agiatamente) lavorando per il teatro. Fosse per la poesia non camperebbe proprio.
Nel 2014 ha pubblicato il suo primo romanzo Smamma (Einaudi).

Silvia Salvagnini. Nata a Venezia il 13 dicembre 1982, moglie di Paolo e mamma di Giovanni. Laureata in lettere, è stata per anni libraia, poi responsabile editoriale, ora insegnante di pianoforte. Pubblicazioni: Silenzio Cileno, Auteditori, 2004; I baci ai muri, Mimisol, 2006; Laelefantevolante in Poesie dall’inizio del mondo, a cura di Nanni Balestrini, Premio Antonio Delfini 2009; suoi testi sono editi in varie antologie. All’estero pubblicati e tradotti: Forme uniche di continuità nello spazio, per l’Istituto italiano di cultura di Melbourne, The University of Melbourne, Australia, 2009, testi musicati dalla compositrice Chiaki Kato; Il paesaggio e la piazza, a cura di Maria Suzuki, per l’Istituto italiano di cultura di Tokyo, Giappone, 2008. Pubblicazioni come illustratrice: Eterea nivea, DN edizioni, 2005; Giacinto e Fiordirosa, DN edizioni, 2005; Favole Arcane di Luigi Pozza, Auteditori, 2004. Adora i giardini in movimento, osservare il paesaggio, fantasticare, preparare torte e mangiare molti biscotti.

Manuela Dago, nata a San Daniele del Friuli (UD) il 13 luglio 1978, attualmente vive a Bologna. Insieme a Francesca Genti nel 2012 ha dato vita a Sartoria Utopia, piccola casa editrice di libri di poesia cuciti a mano, con la quale ha pubblicato la plaquette Altre forme di vita. Nell’ambito del Festival Internazionale di Poesia “Acque di Acqua” ha pubbli-cato nel 2012 la raccolta Un mare piccolo.

Francesca Genti è nata a Torino il 27 giugno 1975, vive a Milano.
Ha pubblicato i libri di poesia Bimba Urbana (Premio Delfini, Mazzoli, 2001), Il vero amore non ha le nocciole (Meridiano Zero, 2004), Poesie d’amore per ragazze kamikaze (Purple Press, 2009), L’arancione mi ha salvato dalla malinconia (Sartoria Utopia, 2014).
Come narratrice ha scritto i racconti Il cuore delle stelle (Coniglio Editore, 2007) e il romanzo La Febbre (Castelvecchi, 2011).
Suoi testi sia in prosa che in poesia sono apparsi in varie antologie e riviste tra cui «Nuovi Argomenti», «alfabeta2», «Lo Straniero».
Con Manuela Dago ha fondato la capanna editrice Sartoria Utopia.

Chiara Daino, nata a Genova il 5 marzo 1981, alterna produzione autoriale e attività attoriale. La sua natura performativa è segnata dalla Musica e dai suoi trascorsi di cantante Heavy Metal. Tra le pubblicazioni: l’Eretista (Sigismundus Editrice, 2011, romanzo); Metalli Commedia (Thauma Edizioni, 2010, poesia); Virus 71 (Aìsara Edizioni, 2010, poesia); La Merca (Fara, 2006, romanzo). Tra le raccolte antologiche: Storie di cibo, racconti di vita (coautrice di milAnoressica con Lello Voce, Skira Editore, 2012, drammaturgia); Quadernario venticinque poeti d’oggi (LietoColle Edizioni, 2012, poesia); Labyrinthi (Limina Mentis Editore, 2012, poesia). In rete: chiaradaino.it.

Il cielo è vuoto

Il cielo è vuoto
i santi hanno divorato le aureole
le anime hanno violentato i corpi
gli angeli hanno barattato le ali con televisori schermo 3d
la Madonna chiede il pizzo sull’acqua di Lourdes
il Pargolo Divino uccide per gioco
San Francesco ha macellato il bue
L’asinello è stato nominato presidente di tutto
Maria Maddalena ha ricominciato a battere, poi ha smesso,
fa la maitresse, conviene di più
Lo Spirito Santo fa il testimonial di miracoli
per un’industria farmaceutica del Nord
Dio si è fatto beccare, non era morto, faceva finta:
passa il suo tempo in Thailandia, tutti sanno cosa fa lì
San Giuseppe ha perso tutto a strip poker
Santa Chiara si è fatta una plastica al seno e posa per Playboy La speranza si è suicidata
Le colpe dei padri son ricadute sui figli
Gli ultimi sono stati massacrati dai primi
I ricchi son passati per la cruna di un ago
La trave nei tuoi occhi ha sfasciato i miei
Il cielo è vuoto
Puzza di sangue l’amore tradito
Che tu sia maledetto
Il tuo cuore è un assassino
Il mio non si trova più

Alessandra Racca

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Bastarde Senza Gloria”

14 disponibili