FullSizeRender

19 disponibili

Poesie che non mi stavano da nessuna parte

20.00 

 

BUONE NOTTI

non dormo bene
al centro del letto

la cicatrice tra i materassi
mi apre una cerniera

raddoppiandomi l’indecisione

per quale sia il lato buono
da cui pendere
su un giorno nuovo

 

Le poesie di Manuela Dago fanno pensare ai riquadri di stoffa colorata di una grande coperta patchwork; sotto un’apparenza morbida e domestica questi piccoli frammenti arguti, saggi e talvolta dolorosi cuciono, tengono insieme e ci restituiscono il senso di un’esistenza trascorsa tra giorni un po’ monotoni e un po’ buffi, l’incanto e il disicanto di un tempo che scorre e cambia e la consapevolezza che noi\ tra le parole\ siamo un ponte trasparente.

 

 

Manuela Dago è nata nel 1978 in Friuli e inizia a scrivere poesie all’età di dodici anni. Da grande si trasferisce a Milano dove conosce Francesca Genti con cui nel 2012 fonda Sartoria Utopia, piccola casa editrice di libri fatti a mano. Oggi vive a Bologna, è mamma e sarta utopica.
Ha pubblicato le plaquette Un mare piccolo (Culturaglobale, 2012) e Altre forme di vita (Sartoria Utopia, 2012) e ha illustrato il libro per bambini Il mio bambino mi ha detto (testo poetico di Francesca Genti, Sartoria Utopia, 2016).
Poesie che non mi stavano da nessuna parte è il suo primo libro di poesie.

Descrizione

Manuela Dago

Poesie che non mi stavano da nessuna parte

 

Collana I Samurai

Copertina rigida, serigrafia a mano su carta uso tela, cucitura giapponese

Pagg. 90

Formato cm 16×14

Tiratura: 120 copie numerate

Euro 20

19 disponibili