Spicci

24.00 

se tu giochi alla morte

e io alla vita

è facile capire

chi vince la partita.

Come certe piccole monete, spicci appunto, che si annidano al fondo delle tasche e si nascondono per poi riaffiorare come una sorta di micro Atlantidi, così le poesie di Daniela Mazzoli sembrano mimetizzarsi, affondare nel chiacchiericcio delle giornate, nei tempi morti delle esistenze di ognuno di noi, per poi apparire all’improvviso e con incedere luminoso, riportando senso e vitalità a parole  usurate dal quotidiano e dal luogo comune. La sensazione che scaturisce dalla lettura è infatti quella di stupore, come se per la prima volta si afferrasse realmente il senso di un gesto mille volte agito.

Versi misteriosi e sapienziali, apparentemente “in incognito”, come quei principi che nelle favole rivelano solo a chi ne è davvero degno la propria identità.

90 disponibili

Categorie: ,

Descrizione

Daniela Mazzoli, Spicci

Edizioni: Sartoria Utopia, 2021

Collana: I Samurai

Copertina rigida con collage originale di Manuela Dago, cucitura giapponese

Formato 21,5X17,5 cm

Pagg. 130

Prezzo: 24 euro

Sono state realizzate  175 copie così suddivise:

150 copie numerate da 1 a 150

15 copie numerate da I a XV,

10 copie segnate da A a L (mini-tiratura Rara avis)

Daniela Mazzoli è nata a Roma il 13 novembre 1972. Ha pubblicato la prima raccolta, Una e una volta, con Nino Aragno Editore, poi con Lepisma Edizioni, tramite assegnazione del premio letterario “I 13”, la raccolta In vita e altre opere in prosa: con Laurana Editore (La Roma degli scrittori) e con Quodlibet compagnia Extra (Sarò strana io). È regista di programmi per Rai Cultura. Ha scritto testi per il teatro.