L’arancione mi ha salvato dalla malinconia

20.00 

di Francesca Genti

Il diario esistenziale di una poeta dei nostri giorni, dove le parole sono coriandoli colorati che roteano nel cielo di una grande città e si posano sul marciapiedi salvandoci dalla malinconia. Apparizioni metropolitane, visioni della società dei consumi, ricordi di infanzia e fantasie del futuro, queste le meditazioni di Francesca Genti condensate in una poesia dal ritmo scaltro e dalle immagini nitide che sa cogliere senza inibizioni e moralismi la complessa bellezza del contemporaneo.

EROTISMO

sopra un camion che trasportava stelle
abbiamo rischiato un incidente serio
e abbiamo sbandato fuori strada
scongiurando di investire dei cerbiatti.

tutte le stelle si sono rovesciate nell’erba
e il prato era pieno di luce.

i cerbiatti, attratti dalla luce, hanno trottato
e leccato i pezzi di stelle rotte a terra.
ancora più belle così rotte. offerte.

la luce colava sul prato.
il nero si santificava e diventava gatti.

un vento profumato percuoteva la vita interiore.
e siamo sprofondati nelle stelle.

6 disponibili

Categorie: ,

Descrizione

Francesca Genti

Edizioni Sartoria Utopia, 2014

Collana I Samurai

Copertina rigida, cucitura giapponese

Pagg. 64
Formato: 16x14cm

Tiratura: quarta ristampa 150 copie numerate

Francesca Genti è nata a Torino il 27 giugno 1975 e vive a Milano. Gli ultimi libri che ha pubblicato sono la raccolta di poesie Anche la sofferenza ha la sua data di scadenza (HarperCollins) e il saggio La poesia è un unicorno (Mondadori). Per saperne di più del suo lavoro www.francescagenti.it

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “ L’arancione mi ha salvato dalla malinconia”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *